Cisco stima che entro il 2022 sulle reti globali transiterà più traffico IP di quanto ne sia passato dalla nascita di Internet ad oggi.

Ci sono quattro trend chiave che spiegano la crescita inarrestabile del traffico internet, spiega Paolo Campoli, Sales Senior Director, Global Service Provider di Cisco: “Ci sono più persone che usano la rete e in parallelo la digitalizzazione in tutti i settori dell’economia fa aumentare in modo esponenziale il numero di device connessi; la larghezza di banda continua a espandersi a fronte di un traffico che per la maggior parte è generato da contenuti video, i più “esigenti” in termini di uso della rete”.

Le stime di Cisco a livello globale prevedono, infatti, che nel 2022 gli utenti internet saranno 4,8 miliardi (il 60% della popolazione mondiale), contro i 3,4 miliardi del 2017 (corrispondenti al 45% della popolazione mondiale). Inoltre, le velocità di connessioni in banda larga, Wi-Fi e mobile raddoppieranno o più e saranno online più di 28 miliardi tra device e connessioni (erano 18 miliardi nel 2017), di cui oltre la metà saranno machine-to-machine.

Ma il vero motore di questa impennata di traffico IP sarà rappresentato dai contenuti video: il traffico IP video infatti quadruplicherà entro il 2022 arrivando a pesare l’82% del traffico totale, rispetto al 75% registrato nel 2017.

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email