Per un contatto rapido chiama: (+39) 06 5060 203

Le vendite su piattaforme e-commerce, in tutto il mondo, continueranno a crescere nel 2018, con un incremento del 23% fino a raggiungere US $ 2,3 bilioni.  Secondo le stime di eMarketer, le vendite e-commerce rappresenteranno un decimo del totale delle vendite al dettaglio in tutto il mondo nel 2018.

La Cina e gli Stati Uniti arriveranno a 1,6 bilioni di dollari USA nelle vendite di e-commerce nel 2018, rappresentando quasi il 70% dell’e-commerce globale. Mentre l’e-commerce negli Stati Uniti crescerà del 15% nel 2018, la regione Asia-Pacifico avrà un tasso di crescita del 30% nel 2018, diventando un chiaro leader nello sviluppo dell’e-commerce globale. Questa crescita dell’e-commerce in Asia-Pacifico è trainata in particolare dalle altissime vendite di m-commerce (vendita di prodotti  tramite telefonia mobile).

La crescita in Nord America è guidata da sconti e m-commerce

Il mercato dell’e-commerce al dettaglio negli Stati Uniti è uno dei più grandi al mondo e rappresenta il 20% delle vendite globali. Negli Stati Uniti, il 9% delle vendite al dettaglio nel 2017 sono state effettuate online, equivalenti a 451 miliardi di dollari USA. Nonostante queste grandi azioni, il commercio elettronico crescerà di un altro 15% nel 2018, e sarà sempre più guidato dall’ m-commerce e dai rivenditori con le campagne promozionali sempre attive come incentivo alle vendite.

La crescita a due cifre continuerà fino al 2021 secondo le previsioni di eMarketer. Il mobile è un fattore chiave per la crescita dell’e-commerce in Nord America. Nel 2018, m-commerce rappresenterà il 34% delle vendite di e-commerce negli Stati Uniti, davanti alla quota del Canada del 29%. I consumatori si sentono sempre più a loro agio nell’utilizzare un dispositivo mobile per fare acquisti; durante Amazon’s Prime Day nel 2017, gli ordini di app per dispositivi mobili sono più che raddoppiate rispetto al 2016.

La crescita dell'e-commerce in Europa è la più lenta di quella globale

L’Europa occidentale registrerà un tasso di crescita delle vendite di e-commerce più lento rispetto ad ogni altra regione. Le vendite aumenteranno del 13% fino a raggiungere $ 602 miliardi nel 2018. La quota delle vendite al dettaglio totali, generate tramite e-commerce nel 2017, sarà la stessa per l’Europa occidentale che per il Nord America al 9%. Entro il 2021, l’e-commerce rappresenterà l’11% delle vendite al dettaglio nell’Europa occidentale.

Il Regno Unito è un chiaro leader dell’e-commerce in Europa, con un fatturato previsto di 185 miliardi di dollari nel 2017. Si prevede che le vendite di e-commerce cresceranno più velocemente nel Regno Unito (15%) rispetto agli altri paesi dell’Europa occidentale nel periodo 2017 -2021.

Germania e Francia sono il secondo e il terzo paese per le vendite tramite e-commerce. In Germania, le vendite di e-commerce sono cresciute dell’11% per raggiungere $ 65 miliardi nel 2017, mentre le vendite in Francia aumenteranno del 9% a $ 42 miliardi.

Il commercio su mobile guiderà questa crescita, rappresentando il 37% delle vendite di e-commerce in Germania e il 27% in Francia.

I paesi nordici sono molto maturi quando si tratta di fare acquisti e-commerce. L’e-commerce rappresenterà il 16% delle vendite al dettaglio nei paesi nordici nel 2018, mentre il gruppo: Regno Unito, Germania, Francia, Italia e Spagna avranno una quota del 10% in media.

Questo articolo ha un commento

  1. Buongiorno,
    ho letto con molto interesse vari articoli pubblicati sul vostro sito.
    Ho trovato molti spunti di riflessione relativamente alle tendenze e sviluppo del mercato delle vendite “on line”, soprattutto in ragione della mia aspirazione professionale di imprenditore nel settore (di nicchia) dell’artigianato.
    Detto questo, vorrei avere un vostro parere dell’influenza e del ruolo che la nuova tecnologia “blockchain” di cui si sente quotidianamente parlare, ma di cui non ho compreso le potenzialità ed influenze, avrà nel contesto globale del cambiamento epocale che stiamo vivendo, e che opportunità potrà offrire.
    Inoltre, se possibile, vorrei avere un vostro parere sulla diffusione delle nuove valute digitali. (ho saputo che Facebook utilizzerà una sua valuta proprietaria).
    Grazie

Lascia un commento

×

Carrello